Passa ai contenuti principali

Stampi in Gomma siliconica - Seconda parte -

Visto che il primo esperimento, che potete visionare in questo Post, è andato a buon fine, ho deciso di continuare ad utilizzare la gomma siliconica realizzando uno stampo anche per due porte ed un'altra finestra:


Poi, visto che mi è avanzata ancora della gomma acquistata l'anno scorso, ho provato a replicare un pezzo di muro in pietra costruito con la tecnica dei mattoncini singoli di polistirene. Questa tecnica l'ho utilizzata per la prima volta durante la costruzione del Laboratorio, che potete vedere a questo link.

Il master l'ho costruito incollando i mattoncini di polistirene in orizzontale su di un piano che poi utilizzerò come base per il cassero dove colerò la gomma:













Ora, avere dei pezzi di texture in pietra già pronte da incollare su un supporto per creare il muro, è sicuramente molto pratico e fa risparmiare parecchio tempo, ma ancora più utile potrebbe essere riuscire ad inserire all'interno del muro porte e finestre. A questo proposito, ho provato a praticare dei fori su un muretto con il Traforo elettrico per inserire una porta e una finestra che ho clonato prima:






Commenti

  1. Molto ingegnoso!ti seguo sempre molto volentieri...

    RispondiElimina
  2. Grazie tante per la tua disponibilità nel trasmettere le tue esperienze. Grazie ancora.

    RispondiElimina
  3. Veramente un master in creazioni!! mi sono iscritto da poco al tuo canale Youtube.

    RispondiElimina
  4. Ciao Mistral, quante copie del muro riesci a fare con uno stampo? Quanto silicone hai consumato per realizzare i 4 stampi che vediamo in foto (muro, porta, finestra e porta porta finestrella)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao. Fin'ora ho stampato parecchi muretti e varie porte e finestre, utilizzando sia gesso che resina e gli stampi sono ancora in perfetto stato, praticamente come nuovi... poi dipende anche dalla qualità della gomma ma generalmente hanno un ciclo di vita abbastanza lungo.
      Riguardo alla quantità ho utilizzato circa 1 kg di gomma.

      Elimina
  5. molto interessante ma che materiale hai colato nello stampo? gesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, si tratta di un gesso sintetico che si chiama Diplast. Lo puoi trovare a questo indirizzo:

      http://www.antichitabelsito.it/gesso_sintetico.htm

      Elimina
  6. Comincio provarci anche io..
    Grazie dei tuoi unici ed utilissimi insegnamenti.

    RispondiElimina
  7. Ciao complimenti per i tutorial...
    Vlv sapere se c'è un prodotto per colare in stampi che risulti leggero
    Grz in anticipo e auguri di buon natale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io fin'ora ho utilizzato solo il gesso e la resina poliuretanica bicomponente. La resina è sicuramente molto più leggera del gesso...

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

ShadowBox Diorama -Vecchia Porta- Scala 1/24

Costruire delle dime con Google SketchUp

Forse non tutti sanno che, con Google SketchUp è possibile stampare dei disegni  perfettamente in scala 1:1. Cioè, avere dei disegni stampati nelle misure effettive con cui li abbiamo disegnati in SketchUp. Questa possibilità, risulta essere molto utile nel modellismo quando dobbiamo costruire delle dime. Per esempio, supponiamo di voler ritagliare una porta ad arco da un pezzo di polistirene. Sia che si utilizzi il traforo elettrico o il Thermocutter , si ha la necessità di tracciare la sagoma sul pezzo da ritagliare (nel caso si utilizzi il traforo) o sul cartoncino che andremo poi a utilizzare come dima per il taglio con il thermocutter. Nel mio caso, io utilizzo spesso questo metodo per disegnare e stampare le sagome che poi incollerò sul pezzo da ritagliare. Con questo sistema, si evita di dover armeggiare con squadre, compassi e sagome rotonde varie per simulare gli archi. Inoltre, ho la possibilità di salvare e stampare più dime sullo stesso foglio, senza doverle ogni vo

Vecchia porta in stile Veneziano - ShadowBox - Scala 1/24