sabato 5 novembre 2011

Borgo medievale in polistirene

Ultimamente mi sto interessando molto agli elementi scenici che vengono usati nei wargame e giochi di ruolo in 3D, ed ho scoperto un materiale molto interessante con il quale si possono costruire un' infinità di cose: Il Polistirene. Si tratta di quei pannelli in polistirolo espanso che vengono usati in edilizia per coibentare i muri. Si possono trovare facilmente nei centri FaiDaTe ad un costo molto accessibile.

Questo materiale si presta ad essere utilizzato come se fosse legno, quindi si può tagliare, levigare ed incollare con della normale colla vinilica.
Girovagando per la rete ho scoperto che attorno a questi giochi c'è tutto un mondo che brulica di modellisti molto bravi, e attraverso i loro tutorial ho deciso di cimentarmi nella costruzione di una mia piccola scenografia.
Per cominciare ho preso spunto da questo tutorial, http://www.triplozero.com/basette-ed-elementi-scenici/borgo-medievale-parte-1-la-torre.html dove ho trovato parecchi spunti interessanti per iniziare a costruire scenari fantasy con il polistirene.

Per prima cosa ho realizzato un progetto con sketchup, tanto per avere un' idea di massima delle misure e proporzioni da usare




quelle che vedete sono solo delle bozze che poi in corso d'opera possono subire delle variazioni.

Ho iniziato costruendo la torre, che è formata da 4 pezzi di polistirene da 2 cm. di spessore


In questa foto si vede un esploso dei 4 pezzi che compongono la torre con le relative misure in mm.

Per tagliare il polistirene mi sono servito di un comune taglierino e del thermocutter della proxxon per squadrare e rifinire meglio i pezzi:



Questo attrezzo si è rivelato molto utile per tagliare a misura e squadrare il polistirene, (magari in un prossimo post descriverò più dettagliatamente le caratteristiche di questo aggeggino che si presta molto bene a lavorare polistirolo e polistirene per usi modellistici).

Comunque la taglierina elettrica a caldo non è indispensabile, si può fare tutto, come dicevo prima, anche con un comune taglierino e una squadra.
Unico accorgimento è quello di usare come guida una tavoletta di legno bella dritta, di almeno 2 cm. di spessore. Tenendo la lama ben appoggiata alla guida si devono fare varie passate, affondando la lama un poco di più ad ogni passata, in modo da non far flettere la lama, così il taglio risulterà netto e perpendicolare. Facendo un po di pratica alla fine si otterranno dei risultati soddisfacenti:











Dopo aver tagliato i pezzi ho praticato i 2 fori per la galleria e la finestra della torre, dopodiché ho assemblato il tutto usando della colla vinilica per legno.


Per tenere fermo il tutto ho usato degli spilli da sartoria, conficcandoli in diagonale per avere una maggiore presa e non far muovere i pezzi fino a quando la colla non abbia fatto presa; con la colla vinilica ci vuole almeno un'ora prima di poter rimuovere gli spilli.


Dopo che la colla ha fatto presa completamente, ho rimosso gli spilli e con della carta vetrata a grana media (90 o 100), incollata su di un pezzetto di legno con del nastro biadesivo, sono andato a rimuovere gli scalini in prossimità delle giunture per mascherarle il più possibile.



A questo punto ho realizzato la texture per simulare pietra e mattoni:


Con un righello ho tracciato a 1 cm. di distanza tra loro delle righe orizzontali per tutto il perimetro della torre, poi delle righe verticali sfalsate tra loro in modo da creare dei mattoncini rettangolari, poi all'interno di ogni rettangolino ho disegnato altre righe un po' a caso cercando di riprodurre più fedelmente possibile un muro di pietra e mattoni.



Finito di disegnare la texture, con un tagliabalsa da modellismo sono andato ad incidere tutte le righe:


Poi con una matita dalla punta tondata con della carta vetra, ho allargato le fessure simulando le fughe tra una pietra e l'altra:


Volendo dare un tocco di realismo in più, ho schiacciato un po' qua e un po' là qualche mattone con una limetta da modellismo di quelle piatte, in modo da farlo rientrare rispetto alla superficie, simulando così qualche pietra spaccata.
E questo è il risultato finale:


Devo dire che realizzare questa texture di pietra e mattoni ha messo a dura prova la mia pazienza modellistica, è un lavoro un pò lungo e noioso. Spero che dia i suoi frutti in fase di colorazione.

Per adesso è tutto, continuate a seguire il blog per aggiornamenti futuri.
Ciao!!
Continua.........

1 commento:

  1. Mille bravi mr Vernati per questo meraviglioso lavoro . Sono molto riconoscente.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...