domenica 24 agosto 2014

Stampi in Gomma Siliconica

Ho deciso di provare a fare qualche "esperimento" con la gomma siliconica, in modo da riuscire a duplicare quelle parti del modello che richiedono un lavoro ripetitivo...

Riuscire a duplicare i pezzi che si costruiscono, può rivelarsi molto utile e divertente.
Supponiamo per esempio che si voglia costruire il modello di un palazzo con tante finestre tutte uguali, auto-costruirle tutte a una a una potrebbe rivelarsi un'impresa un po' lunghetta e noiosa. In questi casi, viene in aiuto del modellista la "Gomma siliconica per stampi".
Questo tipo di gomma, permette la realizzazione di stampi per oggetti anche molto piccoli e dettagliati, rendendo agevole la loro sformata grazie all'elasticità della gomma stessa.
In commercio ne esistono essenzialmente di due tipi: a poliaddiazione e a condensazione. La prima è venduta in due componenti: A+B che vanno miscelati insieme in parti uguali 1:1, mentre la seconda è fornita con il suo catalizzatore da aggiungere in percentuale. Non sto a dilungarmi nel descrivere le caratteristiche dei due tipi di gomma, in quanto anch'io non è che abbia molta esperienza in materia, dico solo che io ho scelto quella a poliaddiazione perché penso che sia più adatta ai neofiti che fanno "Esperimenti" come me, miscelando i componenti in parti uguali si ha meno probabilità di sbagliare, evitando così di buttare soldi e tempo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...